top of page
  • Editor

FATTURE ELETTRONICHE PER I FORFETTARI

Lo scorso dicembre il Consiglio Ue ha autorizzato il nostro Paese a estendere l'obbligo della fatturazione elettronica anche agli operatori che si avvalgono della franchigia per le piccole imprese, ossia ai contribuenti in regime forfettario. È ragionevole ipotizzare che la novità, esplicitamente richieste dal nostro Stato, verranno introdotte nel corso dell’anno 2022.


In previsione delle novità suggeriamo agli operatori che si avvalgono della franchigia per le piccole imprese di emettere e-fattura mediante SdI in via facoltativa, così da adeguare tempestivamente le procedure amministrative ed essere pronti al momento in cui l’obbligo verrà introdotto, cioè come detto probabilmente nei prossimi mesi.


L’emissione su base volontaria della fattura elettronica da parte di minimi e forfetari potrebbe inoltre comportare un ulteriore vantaggio. Tali soggetti, qualora garantiscano la tracciabilità di tutti i pagamenti ricevuti ed effettuati per operazioni di ammontare superiore a 500 euro, possono beneficiare della riduzione di due anni dei termini di accertamento ai fini dell’IVA e delle imposte sui redditi.


Al fine della fatturazione in formato elettronico i soggetti passivi possono fruire gratuitamente dei servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, cioè a dire della procedura web presente sul portale “Fatture e Corrispettivi” o della app “Fatturae”, che consentono la predisposizione e la trasmissione del documento, nonché di un software per pc, che non permette l’invio, ma solo la generazione del documento XML.


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

BUONI CARBURANTE PER I DIPENDENTI

Per l’anno 2022, l’importo del valore di buoni benzina o analoghi titoli ceduti a titolo gratuito da aziende private ai lavoratori dipendenti per l’acquisto di carburanti, nel limite di 200 euro per l

bottom of page